Condividi la notizia

Aree naturali protette

La riforma della gestione delle Aree naturali protette in Lombardia

Approvata dalla Lombardia la nuova legge che semplifica la gestione delle aree naturali protette incentivando l'accorpamento volontario tra parchi esistenti

Il Consiglio regionale della Regione Lombardia ha approvato a novembre una nuova legge, la nr. 28, che riforma il sistema delle aree protette regionali (24 Parchi regionali, di cui 13 parchi naturali; 66 riserve naturali; 33 monumenti naturali; 101 parchi locali di interesse sovracomunale e 242 siti di “Rete Natura 2000") con l'obiettivo di semplificare la gestione, che oggi è affidata a 80 enti gestori, incentivando l'accorpamento volontario tra parchi esistenti.

A tale fine, vengono introdotte 9 macroaree omogenee di riferimento, all'interno delle quali possono essere previste le fusioni.

Ai PLIS (parchi locali di interesse sovracomunale) è consentito partecipare a processi di aggregazione, oppure di richiedere alla Giunta Regionale una propria gestione autonoma.

La legge, che interessa il 25% del territorio regionale, non incide sui livelli di tutela già previsti dalla legge regionale 86/1983, la legge istitutiva dei parchi lombardi, ma tende a semplificare il sistema delle aree protette favorendo l’aggregazione tra aree omogenee.

Va ricordato che la legge regionale 86/1983 istitutiva dei parchi prevede, tra l’altro, che gli organi di gestione (presidente e consiglio direttivo) siano eletti dalla comunità del parco (che è composta dai rappresentanti degli enti locali interessati dall’area protetta).

Per il varo del sistema semplificato previsto in attuazione della legge 28/2016 sono preannunciate tappe serrate: la legge stabilisce  che la Giunta Regionale approvi le linee guida dopo di che  tutti gli enti gestori, entro il 18 aprile, dovranno trasmettere alla Regione una proposta di ambiti territoriali eco-sistemicidella macroarea di riferimento, cioè omogenei,  che la Regione approverà entro il 18 luglio, assieme ai parametri gestionali.

Entro il 18 gennaio del 2018 andrà trasmessa alla Regione una "Proposta unitaria di Razionalizzazione di servizi", che sarà approvata entro i 6 mesi successivi.

Servirà dunque quasi un anno e mezzo per la nuova strutturazione di gestione delle nuove aree protette.

La legge prevede inoltre che i Parchi dovranno stipulare apposite convenzioni con i Monumenti e le Riserve naturali dei quali diventeranno gestori ed effettuare la ricognizione degli apporti attivi e passivi connessi alla gestione che saranno concordate tra gli enti in fase di subentro.

I Parchi locali d’interesse sovracomunale che oggi hanno un gestore diverso, potranno - entro il 18 febbraio – chiedere di poter proseguire nella gestione autonoma alla Regione, che ha facoltà di riconoscerla, oppure potranno partecipare al processo di aggregazione, affidando all'ente Parco l'esercizio, anche parziale, delle funzioni gestionali e operative.

© ANCI LAZIO

(10 gennaio 2017)

© RIPRODUZIONE CONSENTITA Italian Open Data License 2.0
(indicazione fonte e, se possibile, link a pagina)

DIVENTA FAN DELL'ANCI LAZIO

Potrebbe Interessarti

Condividi la notizia

10 novembre 2016
14 novembre 2016 | Alle ore 16, presso l'aula consiliare del comune di Rocca Priora (RM), per analizzare le modifiche relative alla legge quadro sulle aree protette regionali

 
 
Condividi la notizia

14 giugno 2016
COMUNICATO STAMPA | Si auspica una rapida modifica della legge quadro regionale sulle aree protette.

 
 
Condividi la notizia

27 gennaio 2017
Servizi postali | L'obiettivo sposato da Anci è quello di arrestare il degrado, lo spopolamento e l'invecchiamento della popolazione dei Comuni, generalmente piccoli, delle aree interne

 
 

Appuntamenti

Corso di formazione sulla legalità e la prevenzione della corruzione nella gestione degli appalti pubblici

16 novembre | Giovedì 16 novembre dalle ore 15 a Roma, nella Sala Conferenze di Anci Nazionale - via dei Prefetti, 46. Scarica il programma e iscriviti per partecipare.

 
 

Giornata di formazione: Le relazioni sindacali nel lavoro pubblico

21 novembre | Martedì 21 novembre, dalle ore 9.30 a Roma, presso la Sala Conferenze di Anci Nazionale

 
 

Giornata di formazione: La valutazione della performance del personale

29 novembre | Mercoledì 29 novembre, dalle ore 9.30 a Roma, presso la Sala Conferenze di Anci Nazionale, seminario formativo in merito alle novità dei D. Lgs. 74 e 75/2017

 
 

Un sindaco del Lazio in diretta

Tutti i giovedì | Dalle 12 alle 12,25 in onda la trasmissione "Amico Comune" su Radio Radio, con l'intervista in diretta al sindaco di un comune del Lazio

 
 

ANCI NAZIONALE

Social

 Gli ultimi Tweet
 

Notizie dalla P.A.

 
Chiudi Messaggio
Questo sito utilizza i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione. Per saperne di più accedi alla Informativa sulla Privacy. Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.