E’ disponibile il decreto del Ministro dell’Istruzione, di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze 29 dicembre 2020, n. 182  recante  “Adozione del modello nazionale di piano educativo individualizzato (PEI) e delle correlate linee guida, nonché modalità di assegnazione delle misure di sostegno agli alunni con disabilità, ai sensi dell’articolo 7, comma 2-ter del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 66“, con i relativi allegati che comprendono le Linee guida che forniscono un quadro della nuova normativa sull’inclusione scolastica, i quattro nuovi modelli PEI (scuola infanzia, primaria, secondaria di primo grado e secondo grado), la scheda per l’individuazione del debito di funzionamento e una tabella per l’individuazione dei fabbisogni delle risorse professionali per il sostegno e assistenza.

E’ inoltre scaricabile la circolare n. 40 del 13 gennaio 2021 sulle modalità per l’assegnazione delle misure di sostegno e nuovo modello PEI, diramata dal Ministero dell’Istruzione nella quale, tra l’altro,  è evidenziato che in considerazione  dell’avvio inoltrato dell’anno scolastico, le istituzioni scolastiche potranno ancora per l’anno scolastico 2020/21 continuare ad utilizzare i modelli di PEI attualmente in uso. Inoltre la nota sottolinea che  per quanto concerne il cd PEI provvisorio, ossia il PEI redatto in via provvisoria per l’anno scolastico successivo, dovrà essere utilizzato il nuovo modello, elaborato entro il 20 giugno 2021.

L’ANCI a seguito delle interlocuzioni con il Ministero Istruzione, relativamente ai  documenti PEI, ha proposto diverse modifiche, parte delle quali accolte. Tra queste  la richiesta di indicare in maniera più chiara la differenza tra assistenza di base e assistenza specialistica per  evitare sovrapposizioni contenute nelle prime versioni dei documenti. Inoltre nella parte relativa all’indicazione delle ore dell’assistenza specialistica è stato chiesto ed ottenuto l’inserimento di una nota con la quale si prevede che “l’indicazione delle ore è finalizzata unicamente a permettere al Dirigente Scolastico di formulare la richiesta complessiva d’Istituto delle misure di sostegno, ulteriori rispetto a quelle didattiche, da proporre e condividere con l’Ente Territoriale”.  

L’ANCI sarà chiamata nei prossimi mesi a confrontarsi sull’Accordo relativo alle modalità attuative degli interventi e dei servizi di competenza dei comuni (art. 3, comma 5-bis, 66/2017) e sull’Intesa relativi ai profili professionali del personale destinato all’assistenza per l’autonomia e per la comunicazione personale (art. 3, comma 4, D.lgs. 66/2017), di cui vi terremo aggiornati.

Si informa infine che è disponibile sul sito del Ministero Istruzione una pagina dedicata all’argomento con le FAQ per il personale e le famiglie all’indirizzohttps://www.istruzione.it/inclusione-e-nuovo-pei/.

TUTTO IL MATERIALE E’ CONSULTABILE CLICCANDO QUI