La nuova stagione di “Origine Comune”, progetto ideato e sostenuto da Anci Lazio, entra nel vivo con la presentazione del repertorio delle Denominazioni Comunali (De.Co.) che si svolgerà mercoledì 23 giugno alle ore 17:30 presso la splendida cornice della Casa del Cinema di Roma.

In campo 46 comuni che hanno risposto ai bandi pubblicati da Anci Lazio candidando 48 prodotti considerati con vanto, nelle rispettive comunità, delle eccellenze in cui si racchiude lavoro, tradizione e cultura di quei territori.

L’evento di Roma è il punto di arrivo e ripartenza del lavoro svolto finora, una edizione sofferta a causa del Covid ma fortemente voluta da Anci Lazio che ha continuato a lavorare per dare voce a quelle tradizioni che sono parte del retaggio culturale, prima ancora che enogastronomico, della nostra regione.

Dalla ciambella al mosto di Marino al prosciutto di Bassiano, passando per l’amaretto di Guarcino e la minestra dei pescatori di Anzio, un viaggio attraverso territori e gusti antichi che riescono a trasportarci a un tempo diverso, un momento passato ma eterno, rimasto in quegli odori e sapori; un evento che vuole essere anche occasione di rinascita dopo i lunghi mesi legati alle chiusure dovute alla Pandemia.

Nell’anno terribile del Covid l’impegno di Anci Lazio è ancora più importante – spiega il Presidente Riccardo Varone –, perché dal sostegno e dalle idee di tutti può arrivare la svolta di un cammino che sembra sempre più duro. Proprio per questo mi preme ringraziare in primis i Comuni presenti, ma nutro la speranza che con la prossima edizione potremo raddoppiare i numeri di quest’anno. Infine il mio ringraziamento va alle persone che a quest’opera hanno lavorato con l’impegno, la passione e l’amore, che la Storia e la Tradizione meritano di ricevere.

Quello di Origine Comune è un progetto ambizioso così come è ambiziosa l’idea di poter, in un futuro prossimo, racchiudere sotto questo stendardo l’intera realtà dei prodotti laziali, Anci Lazio vuole essere custode di queste importantissime tradizioni perché dalla Storia arriva il nostro futuro”.

Il ruolo di Anci Lazio è quello di mettere i comuni della regione in condizione di seguire un modello standard di regolamento comunale per il riconoscimento delle Denominazioni Comunali.

Le De.Co. rappresentano un cambiamento di rotta nell’ambito della salvaguardia delle identità territoriali legate alla tradizione agroalimentare ed enogastronomica di un luogo. Esse sono un valido strumento per tutelare le specificità locali e la cultura della comunità e del territorio, diffondere lo sviluppo sostenibile del territorio, far perno sugli aspetti endogeni come leva di crescita sociale ed economica. Le De.Co. costituiscono elemento propedeutico per una qualificazione del prodotto, che lo lega in modo inconfondibile a un luogo fisico di appartenenza valorizzandone la storia e l’identità.

Il Progetto Origine Comune mira a valorizzare i prodotti presenti nel repertorio con un conseguente sostegno all’economia locale di numerosi comuni che possono trovare nelle produzioni tipiche del territorio una risorsa su cui riprogrammare il proprio sviluppo locale. L’obiettivo è tutelare la diversità e la qualità dei prodotti agroalimentari e, nello stesso tempo, concorrere a far emergere la specificità di ogni singolo comune.

L’appuntamento di mercoledì vedrà la presenza di alcuni dei prodotti del repertorio che saranno offerti (in monoporzione sigillata come da normativa anticovid) insieme a una copia del repertorio stesso e una bag celebrativa dell’evento.

Nel dettaglio la presentazione di Roma si svolgerà mercoledì 23 giugno alle ore 17:30 presso il teatro all’aperto “Ettore Scola” della Casa del Cinema di Roma in Largo Marcello Mastroianni (Villa Borghese) e vedrà la presenza oltre che del Presidente di Anci Lazio, Riccardo Varone e del Segretario Generale Giuseppe De Righi, anche quella del Presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Marco Vincenzi, dell’assessora regionale all’Agricoltura, Foreste, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo; Pari Opportunità,  Enrica Onorati, dell’assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio, Artigianato, Università, Ricerca, Start-up e Innovazione, Paolo Orneli e del Direttore di Agro Camera, Carlo Hausmann. Presenterà l’evento, Francesco Vergovich.