E’ appena terminato il terzo appuntamento in videoconferenza fra Sindaci, Anci Lazio e Regione.

Anche in questa occasione un centinaio i Sindaci intervenuti fra cui la Sindaca di Roma Capitale, Virginia Raggi.

Ad aprire la discussione il consueto intervento del Presidente di ANCI Lazio e Sindaco di Monterotondo, Riccardo Varone:

“Continuiamo sulla linea della condivisione, sempre più sindaci partecipano e di questo sono contento perché vuol dire che la strada è giusta, sopratutto in momenti come questi in cui l’unità di intenti e la chiarezza può fare la differenza.

Per quanto riguarda il lavoro stiamo per attivare con la Regione Lazio un accordo per il piano “elimina code” ai supermercati, un aiuto importante che permetterà alle persone anziane e alle famiglie in difficoltà, oltre ovviamente alle persone in quarantena, di non uscire di casa. Una serie di volontari saranno addetti al trasporto della spesa a domicilio.

Stiamo portando avanti la lettura dell’art. 48 contenuto nel decreto dello scorso 21 marzo, relativo ai servizi sociali, ci relazioniamo con la Regione per le necessità che i Comuni hanno per continuare il supporto relativo alle situazioni attenzionate dai Servizi Sociali, appunto.

Come negli incontri passati, a rappresentare la Regione Lazio, il Vicepresidente Daniele Leodori che, come di consueto, ha fatto il punto della situazione e ha risposto alle istanze dei primi cittadini.

“Abbiamo lavorato – spiega Leodori – oltre che sulla sanità anche sulla parte amministrativa e di sostegno alle amministrazioni comunali, in particolare per garantire la tenuta sociale del sistema

21 milioni di euro dalla Regione

Domani partirà il provvedimento da 21 milioni di euro, per il sostegno ai nuclei familiari (anche monocomponenti) che si va ad aggiungere a quello già stanziato dal Governo di circa 40 milioni di euro per la regione Lazio, andremo quindi ad avere 60 milioni di euro a disposizione dei cittadini in difficoltà. Capisco che la tentazione è quella di dire “sono pochi” ma vorrei che ogni sindaco facesse il paro con la somma che ogni anno i nostri Comuni destinano ai servizi sociali, le somme non sono affatto irrelavanti, anzi sono somme che secondo me possono far fronte a questa situazione che, ci auguriamo, avrà una durata limitata.
Abbiamo cercato di garantire una modalità di spesa rapida, questi soldi servono subito alle famiglie, bisogna trovare il modo di attivare le modalità di erogazione alle famiglie più rapida possibile, nella delibera si fa riferimento sia alle ovvie segnalazioni dei servizi sociali, anche a quelle delle associazioni di volontariato sociale e, addirittura a segnalazioni telefoniche, senza insomma la necessità della presa in carico tradizionale. La somma del governo e quella della regione daranno respiro nelle prossime settimane.

Supermercati e farmacie

Rispetto alla settimana scorsa gli approvvigionamenti alimentari sono migliorati, permane qualche difficoltà ma si sta tutto regolarizzando;
sta entrando inoltre in funzione una app che la Regione ha acquistato e che metteremo a disposizione delle farmacie, chi non vorrà fare la fila potrà prenotarsi da casa, così potrà avere un accesso diretto senza code, uno strumento in più per migliorare gli accessi.

Mascherine

Abbiamo provveduto alla distribuzione di 400mila mascherine bianche a fascia donateci dalla Protezione Civile e che avevamo dato in primis al personale medico e che abbiamo messo anche a disposizione dei Comuni per servizi diversi da quelli sanitari. La prossima settimana saremo in grado di avere lo stesso numero di mascherine di tipo chirurgico che daremo sempre agli enti locali.

Tema cartolerie e piccoli agricoltori

Per quanto riguarda la riapertura delle cartolerie e la possibilità dei piccoli agricoltori di spostarsi da un Comune all’altro per provvedere alle necessità degli animali da cortile, chiederemo al Governo come muoverci e ve lo comunicheremo.

A conclusione dell’incontro, durato circa due ore per le tante questioni rivolte al Vicepresidente Leodori, il Presidente Varone ha ricordato l’appuntamento di domani con il minuto di silenzio davanti ai propri Municipi, la possibilità di attivare una licenza gratuita GoToMeeting per le videoconferenze e ha dato appuntamento alla prossima settimana per una nuova riunione di confronto.