Nei giorni scorsi, ANCI Lazio, raccogliendo l’appello rivolto dai sindacati dei lavoratori (CGIL, CISL FP, UIL FPL) che chiedevano l’estensione anche ai membri delle forze di Polizia Locale dei test sierologici previsti per il personale sanitario, Forze dell’Ordine e Vigili del Fuoco, si è subito attivata inviando una comunicazione all’assessore alla Sanità, Alessio D’Amato, aderendo alle richieste dei sindacati. Analoga iniziativa è stata assunta da UPI Lazio, che ha sostenuto con il proprio presidente Antonio Pompeo la stessa esigenza

Anci Lazio – si legge nella lettera – ritiene che questo personale, impegnato nelle funzioni di controllo e sorveglianza delle disposizioni di salvaguardia della salute per l’epidemia del coronavirus, come la verifica delle limitazioni alla mobilità imposte dalle norme per il contenimento del contagio da COVID-19, analogamente alle altre forze di polizia ed ai Vigili del fuoco, debba seguire il medesimo trattamento di sorveglianza epidemiologica e di test.

Nella giornata di ieri, con una nota, il Vicepresidente della Regione Lazio, Daniele Leodori ha risposto positivamente a questa proposta:

La Regione sta predisponendo un protocollo con ANCI Lazio per avviare anche per gli operatori della polizia locale di tutti i nostri Comuni i test sierologici.

I test saranno eseguiti direttamente dai datori di lavoro in apposite strutture autorizzate e la Regione rimborserà le spese sostenute. In questo modo – spiega Leodori – oltre alle forze dell’ordine e al personale sanitario per cui abbiamo già previsto il test, anche gli operatori della Polizia locale saranno sottoposti a verifiche sierologiche appena le forniture saranno disponibili

“Stiamo dando il via ad un nuovo protocollo con la Regione Lazio – spiega Riccardo Varone Presidente di ANCI Lazio – per far sì che questi test vengano estesi anche alle forze di Polizia Locale. E’ importante per due motivi, i membri del corpo di Polizia Locale sono impegnati in primissima linea per il controllo del territorio e il rispetto delle norme di contenimento sociale e, inoltre, questa estensione di test, fornirà dati ancora più utili sulla situazione della contagio nella nostra regione“.