Una dotazione di 200.000 euro a sostegno del linguaggio della Street Art, forma di arte urbana in grado di contribuire, per la forte capacità comunicativa e di impatto sul territorio, a rigenerare, a riconvertire e a valorizzare in chiave culturale luoghi e beni delle città.

E’ lo stanziamento dell’avviso pubblico approvato dalla Regione Lazio al fine di dare identità e riqualificare i luoghi urbani e le periferie e di incentivarne la fruizione collettiva quali espressione del patrimonio sociale, civico e culturale.

La domanda di contributo può essere presentata dai Comuni del Lazio, da Roma Capitale e sue articolazioni territoriali-Municipi. Tali soggetti possono partecipare anche riuniti, conferendo mandato ad uno di essi detto “capofila”.

I Comuni potranno associarsi tra di loro solo nell’ambito della stessa Provincia di appartenenza o della Città metropolitana di Roma Capitale; le articolazioni territoriali-Municipi di Roma Capitale potranno associarsi solo all’interno del Comune stesso.

Ciascuno dei soggetti sopraelencati potrà presentare una sola istanza di contributo, in forma singola o associata.

Le risorse disponibili saranno così distribuite:

  • 25.000 euro a ciascuna Provincia del Lazio e alla Città metropolitana di Roma Capitale per complessivi euro 125.000;
  • 75.000 euro a Roma Capitale e sue articolazioni territoriali-Municipi.

Il contributo regionale per ciascuna proposta ammessa sarà pari al 100% del costo totale ammissibile, ma comunque non superiore a euro 25.000.

Le proposte progettuali dovranno prevedere la realizzazione di un intervento di rigenerazione urbana, da attuare attraverso una o più opere di Street Art (quali ad esempio murales, mosaico, installazioni), privilegiando tecniche di realizzazione che si avvalgano di materiali riciclati, riciclabili o a basso impatto ambientale.

Sono ammesse tecniche esecutive a discrezione dell’artista purché siano in grado di garantire la conservazione dell’opera all’aperto.

Le opere dovranno avere la caratteristica della “originalità”, intesa come nuova realizzazione, inedita.

La proposta progettuale potrà coinvolgere anche più superfici e/o più aree, purché nell’ambito di un intervento unitario. L’intervento dovrà essere realizzato su superfici/aree individuate nel territorio comunale che siano nella disponibilità del proponente, o di altre pubbliche amministrazioni che diano il consenso all’uso, o di pertinenza privata previo accordo del privato con l’ente locale.

L’intervento da realizzare dovrà ispirarsi alle seguenti tematiche:

  • l’identità del luogo prescelto, o del Comune, o di Roma Capitale o sue articolazioni territoriali – Municipi
  • l’integrazione e il rispetto delle differenze
  • l’ambiente, la natura, la sostenibilità
  • il patrimonio storico e artistico

L’opera dovrà essere accessibile e fruibile al pubblico, al fine di promuovere il territorio e incoraggiare lo sviluppo dell’aggregazione.

La selezione della proposta da presentare potrà essere eseguita dai soggetti proponenti di cui all’art. 2 attraverso una manifestazione di interesse atta a individuare l’idea progettuale e l’artista/artisti che ne cureranno l’esecuzione.

L’avviso prevede premialità per gli interventi realizzati da giovani artisti di età inferiore ai 40 anni, per quelli realizzati in aree periferiche o da riqualificare e per le proposte che prevedono processi di coinvolgimento delle realtà territoriali attraverso la progettazione partecipata. È prevista la possibilità di avvalersi della collaborazione di un curatore che, nel caso di proposte progettuali complesse, ne curi il coordinamento e lo sviluppo delle idee.

Le opere realizzate rimarranno di proprietà del Comune o di Roma Capitale e sue articolazioni territoriali- Municipi, che si impegnano a mantenerne la conservazione.

Saranno considerate ammissibili le seguenti spese

a) realizzazione dell’opera:

  • lavori di preparazione della superficie
  • acquisto materiali per la realizzazione
  • noleggio attrezzature per la realizzazione
  • compenso per l’artista/artisti (nell’importo, oltre alla progettazione e alla realizzazione del progetto, possono essere previste spese per vitto e alloggio)

b) compenso per l’eventuale curatore per la progettazione e lo sviluppo del progetto, in caso di interventi complessi (entro il 10% dell’importo complessivo)

c) assicurazione infortuni a favore dell’artista/artisti e delle maestranze impegnate nella realizzazione dell’opera

d) comunicazione/animazione territoriale (entro il 15% dell’importo complessivo)

e) IVA, nel rispetto di quanto previsto dalla normativa vigente

La proposta deve essere presentata compilando obbligatoriamente i 2 modelli allegati al presente avviso, pubblicato sul Bollettino Ufficiale della Regione Lazio e sul sito www.regione.lazio.it, dovrà essere sottoscritta con firma digitale dal legale rappresentante dell’ente, comprensiva di tutti i sopraindicati documenti e trasmessa, pena l’esclusione, entro le ore 23:59 del 10 settembre 2020 all’indirizzo di posta elettronica certificata streetart@regione.lazio.legalmail.it.