Ha preso il via a Roma l’iter per la costituzione del “Coordinamento tra Presidenti dei Consigli comunali delle città capoluogo di Regione e Province autonome”.
Questa mattina, presso la Sala delle Bandiere in Campidoglio, sono state condivise e sottoscritte le linee guida per la creazione dell’organismo di collaborazione istituzionale dalle presidenti dei Consigli comunali di Bologna, Maria Caterina Manca; Bolzano, Monica Franch; Milano, Elena Buscemi; Napoli, Vincenza Amato; Roma, Svetlana Celli; Torino, Maria Grazia Grippo; e Venezia, Ermelinda Damiano.
Presenti anche il sindaco di Roma Roberto Gualtieri e rappresentanti di Anci Lazio, il Segretario Generale, Giuseppe De Righi e il Delegato alla Comunicazione e alle Politiche Europee, Manuel Magliocchetti.
L’iniziativa è partita nei mesi scorsi con una videoconferenza ed è poi stata al centro di un convegno promosso dalla Presidenza del Consiglio comunale di Torino in occasione del Salone Internazionale del Libro.
L’obiettivo è valorizzare il ruolo del Consiglio comunale, incrociando esigenze, esperienze e buone pratiche amministrative. Il coordinamento sarà promosso ed organizzato in un quadro di cooperazione all’interno delle Anci regionali.
Saranno elaborate delle proposte da sottoporre a Governo e Parlamento in relazione sia al funzionamento dei Consigli comunali sia al tema della parità di genere.

“E’ necessario fare rete e sinergia per rendere sempre più efficace il lavoro dell’Assemblea elettiva, organo di indirizzo e controllo, ma soprattutto luogo centrale di partecipazione e confronto democratico. Rafforzando i Consigli comunali, dove sono rappresentate le diverse realtà della città, si rafforza anche il rapporto tra cittadini e istituzioni, restituendo quindi una rinnovata fiducia verso la politica e l’amministrazione pubblica”, affermano le Presidenti dei Consigli comunali.

“Il Coordinamento delle Presidenze dei Consigli Comunali inizia con sette donne, sette Presidenti delle Città capoluogo di Regione: Roma, Bolzano, Torino, Bologna, Milano, Napoli e Venezia. Inizia un percorso, grazie all’impegno della Presidente Celli, un percorso che sarà importante per unificare le assemblee delle città ma soprattutto per unificare, a livello nazionale, alcuni processi critici per il funzionamento delle assise comunali.
E’ stato importante esserci oggi, come Anci Lazio, per interfacciarci con queste realtà e con le altre Anci Regionali per fornire servizi sempre più puntuali e vicini ai cittadini e alle necessità del nostro Paese”.
Così, Manuel Magliocchetti, delegato Anci Lazio alla Comunicazione e alle Politiche Europee.