Al TTG di Rimini ANCI Lazio ha presentato Origine Comune quale strumento per la promozione dei territori tramite i prodotti tipici. Un progetto nato nel 2015, in occasione dell’Expo di Milano, e proseguito negli anni con crescente interesse da parte dei Comuni laziali. Origine Comune favorisce la creazione delle De.Co., denominazioni comunali che sono alla base di un riconoscimento sostenibile dell’economia di molte comunità laziali.

L’associazione è da sempre vicina al tema identitario quale valore aggiunto per i comuni se integrato in processi di promozione e sviluppo con una strategia collettiva com’è appunto il progetto Origine Comune” Questa i concetti espressi nel l’intervento di Luisa Piacentini componente del direttivo che ha ringraziato la Regione Lazio per l’ospitalità.

Il segretario Giuseppe De Righi ha illustrato il progetto nella sua dimensione complessiva attraverso il repertorio dei prodotti, una pubblicazione di pregio che raccoglie i 48 prodotti De.Co. unitamente a pillole e curiosità dei rispettivi territori.

Luca Masi, coordinatore di Origine Comune ha descritto il metodo di lavoro e gettato lo sguardo sull’evoluzione dello stesso a partire dal portale innovativo che è stato realizzato (www.originecomune.it) ed è dinamicamente collegato con il repertorio tramite QR Code.

Quali sono i legami tra Origine Comune e sviluppo economico sono stati i temi trattati da Carlo Hausmann, direttore di Agro Camera, nel suo intervento conclusivo che ha fatto comprendere al numeroso pubblico il valore scientifico del progetto e come esso potrà essere ulteriormente ampliato con il coinvolgimento attivo degli stakeholder della comunità.

Consigli che ha raccolto l’assessora Valentina Corrado la quale ha preso impegno a rafforzare la collaborazione con ANCI Lazio proprio a partire dal rafforzamento di Origine Comune.